Previous ◁ | ▷ Next


FILANDARI NEL MONDO

PRESENTAZIONE SITO

Il 26 settembre del 2001 entra per la prima volta nel mondo del web www.filandari.net . Sono passati quindici anni e dopo una prima ristrutturazione nel 2006, oggi siamo lieti di presentarvi il nuovo sito completamente rinnovato e adeguato all’evoluzione della comunicazione digitale.

Il nuovo stile della comunicazione non si limita alla semplice elencazione di informazioni, ma cerca di stabilire una maggior relazione con i visitatori. Nel nuovo sito la navigazione è più dinamica, attrattiva e coinvolgente grazie ad un aspetto grafico completamente nuovo studiato per fornire un’efficace ed immediata ricerca dei contenuti. Verrà aggiornato e arricchito di nuove sezioni continuamente per cui vi invitiamo a visitarci spesso e ad inviarci i vostri suggerimenti scrivendo una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ringraziamo tutti i filandaresi (e non solo) che in questi anni hanno visitato da ogni parte del mondo il nostro sito ( 55.000 circa nei primi 6 anni, oltre 120.000 dal 2009 ad oggi) un sentito ringraziamento, inoltre, a tutti coloro che hanno collaborato all’attuazione di questa realtà.

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

         Festa Santa Marina 2017

  

             POVIA

 

            FILANDARI

          17 Luglio 2017

 

 

 

 

 

 

 

 

CONVEGNO SULLA DISABILITA' ORGANIZZATO DALL'ASSOCIAZIONE "I CARE" PIZZINNI


 

 

       

 

 

 

 

FILANDARI. Proficuo incontro in Comune tra il commissario prefettizio Raimondo, le associazioni e i parroci

Per un riscatto del territorio

Confronto sulle problematiche di carattere sociale e sulle iniziative per dare nuovo slancio alla popolazione

di Franco Pagnotta

 

FILANDARI – L’invito del commissario straordinario Sergio Raimondo rivolto alle associazioni, alla chiesa e ai cittadini impegnati nel sociale per un confronto sulle problematiche che affliggono il territorio comunale e sulle possibili ipotesi di soluzione è stato accolto con entusiasmo. All’incontro in Comune c’erano i rappresentanti delle associazioni “Piccole Cose” di Mesiano, “I care Pizzinni”, il parroco di Filandari-Pizzinni don Michele Arena, singoli cittadini impegnati nel campo della cultura. Il commissario, che era affiancato dal segretario comunale Francesca Massara, nell’introdurre l’incontro, ha richiamato un servizio trasmesso su Rai 3 sulla vicenda del taglio delle gomme alle automobili dei parroci di Scaliti e Arzona, dicendosi rammaricato per l’immagine che ne è emersa “e che – ha detto – non rispecchia la realtà di questo territorio, fatta anche di molte persone per bene, desiderose di impegnarsi per la crescita culturale e sociale della comunità”. Raimondo ha quindi illustrato lo scopo dell’iniziativa, quello di unire attorno ad un tavolo i rappresentanti dell’associazionismo e della chiesa per analizzare la situazione e per cercare assieme le alternative valide per dare nuovo impulso alla vita della popolazione, che ha in sé delle enormi potenzialità. “Non sono qui per traghettare il Comune fino alle elezioni – ha aggiunto il commissario – Mi sento cittadino di questo territorio e voglio incidere per dare concreti segnali di crescita. Anche se il mio mandato finirà tra pochi mesi - ha proseguito – avverto il bisogno di gettare le basi per un futuro che possa segnare il riscatto civile e sociale di queste comunità, fatta di persone capaci e volenterose”. Richiamando, quindi, alcune sue positive esperienze maturate in altri comuni, Raimondo si è detto fiducioso sulla possibilità di avviare, assieme ai cittadini, iniziative che possano rilanciare un territorio che può e deve esprimere quelle positività che sono insite nella sua storia e nella sua gente. Nell’ottica di ascoltare tutti i presenti e di raccogliere elementi utili per avviare a breve progetti e iniziative tesi a risollevare le sorti del comprensorio comunale, il rappresentante del governo ha chiesto a ciascuno di esprimere le proprie valutazioni in merito alla sua iniziativa. Il presidente di ”Piccole Cose” Franco Pagnotta (che era affiancato dai soci Salvatore Runco e Antonio Donato) ha avuto parole di apprezzamento per quanto promosso dal commissario e, ripercorrendo la storia dell’associazione, ha affermato di ritrovarsi, nel progetto da lui  proposto,  con le finalità che fino ad adesso hanno ispirato i progetti avviati dal sodalizio e che saranno alla base di quanto programmato per l’anno in corso. Antonio Donato, quindi, ha ripreso il discorso del centro sportivo che dovrebbe sorgere a Mesiano, auspicando un ruolo di “Piccole Cose” nell’ambito del progetto che verrà realizzato. Da don Michele Arena, che ha ribadito la condanna dell’atto ai danni della sua auto ma il perdono all’ignoto autore, ha avuto parole di affetto per le comunità di Filandari e Scaliti “dove – ha detto – mi trovo molto bene e dove ci sono persone e famiglie dai sani valori religiosi”. Nel suo intervento è stato toccata anche la controversa vicenda del vecchio asilo infantile, da moti anni abbandonato, una struttura di proprietà della parrocchia che, se ripristinata, potrebbe divenire un punto di incontro e di sana aggregazione. Ampia disponibilità, inoltre, da parte dei membri di “I care Pizzinni”, il cui presidente Caro Artusa (affiancato dai soci Francesca, Rosaria, Tina, Adolfo e Gaetano) ha apprezzato l’iniziativa del commissario, augurandosi che in futuro ci sia una maggiore collaborazione con il parroco di Arzona-Pizzinni e un confronto, a scadenza periodica, con le altre associazioni. All’incontro erano presenti anche Pasquale Romano (ex funzionario dell’Uffici delle Entrate e ora appassionato di ricerca storica) e Franco Rovito (presidente di Filandari.net, associazione che in passato ha realizzato pregevoli iniziative). Dai due cittadini è stata data la massima collaborazione ad eventuali iniziative che verranno messe in cantiere. Il prossimo incontro, in cui verranno portate sul tavolo proposte concrete, è stato fissato per giovedì prossimo alle 16.   

 

 

 

 


  

 

 

 

Secondo incontro in Comune tra le associazioni e il commissario straordinario Sergio Raimondo 

E’ l’ora delle proposte concrete

 Tra le idee presentate, il ripristino del vecchio asilo, iniziative culturali e la costruzione di un calvario a Mesiano

di Franco Pagnotta

 

FILANDARI – L’idea del commissario straordinario Sergio Raimondo di coinvolgere l’associazionismo e la chiesa in un progetto di rilancio del territorio ha avuto un riscontro molto positivo, con una partecipazione che nel secondo incontro, nonostante l’assenza dei parroci, è stata più numerosa del primo. In quest’ultima riunione si trattava di presentare proposte concrete, mirate a ridare vita e visibilità al capoluogo di Comune e alle quattro frazioni (Mesiano, Scaliti, Arzona e Pizzinni). E i progetti non sono mancati, tutti di qualità, che hanno riscontrato la disponibilità del commissario quanto meno ad avviarli, considerata la scadenza del suo mandato, tra due mesi circa.  Ma veniamo alle idee che sono state portate sul tavolo de dottore Raimondo, che era affiancato dal sub commissario Raffaela Amoroso, dal comandante della stazione dei Carabinieri maresciallo Salvatore Todaro e dal segretario comunale Francesca Massara. Dall’associazione “I care Pizzinni” sono stati avanzati dei progetti concernenti dei corsi di computer, di fotografia e pittura, la Giornata dedicata alle persone con disabilità, un programma di cure alle terme di Caronte riservate alle persone anziane o bisognose di terapie specifiche, uno sportello Cup per andare incontro alle persone che devono prenotare degli esami o delle visite sanitarie. I rappresentanti della società sportiva Asd hanno chiesto che si pongano le basi per avviare una scuola di calcio allo scopo di aggregare i ragazzi più piccoli in attività che, oltre a sviluppare in loro le potenzialità atletiche, li aiutino a sapere stare assieme nel rispetto delle regole e del vivere civile. Il presidente della società Francesco Artusa, inoltre, l fine di dare visibilità ai messaggi di legalità e di pacifica convivenza, ha avanzato la proposta di una partita di calcio con una rappresentativa delle Forze dell’ordine. Da parte dell’associazione “Piccole Cose” è stata proposta la costruzione di un Calvario in uno spazio della villa comunale di Mesiano e il coinvolgimento dei soci nel progetto del Centro sportivo “Peppino Impastato”, in merito al quale sono stati chieste delle delucidazioni sull’iter del progetto. Durante l’incontro, anche con l’intervento di altre persone impegnate nel sociale, sono emerse alcune problematiche riguardanti la necessità di mettere in sicurezza il campetto di calcio a 5 di Mesiano e di dissuadere le persone (fino ad ora ignote) a gettare i rifiuti in uno spazio all’aperto vicino al campo sportivo di Scaliti. E’ stato ripreso, pure, il discorso del vecchio asilo infantile accanto alla Caserma dei Carabinieri (di proprietà della parrocchia), fino i primi anni ’80 luogo di incontro e di formazione per i ragazzi e le ragazze di Filandari e da allora praticamente abbandonato e cadente. Il commissario, dopo avere ascoltato ciascuno dei presenti, ha preso impegno per avviare la concessione del suolo pubblico all’associazione “Piccole Cose” per l’edificazione del Calvario nonché di far fronte in tempi immediati alle segnalazioni concernenti l’ambiente e la sicurezza dei luoghi pubblici. Per quanto riguarda le altre proposte, Sergio Raimondo ha fatto sapere che c’è ancora la possibilità di recuperare i fondi del ministero per il centro sportivo di Mesiano, assicurando il proprio interessamento presso il ministero. Medesimo impegno per il recupero del vecchio asilo di Filandari.  Dimostrando, quindi, spirito di concretezza, il commissario ha invitato i rappresentanti delle associazioni a presentare, nel prossimo incontro di lunedì 27 febbraio, progetti definitivi, nell’ottica di avviare quelli a breve scadenza e di gettare le basi per quelli a lungo termine. Nella riunione è stato toccato anche l’argomento del recupero dei siti storici e archeologici. 

 

 

 


 

 

Articolo del Blog "L' Editoriale" di Francesco Artusa  

 

martedì 14 febbraio 2017

 

"FILANDARI" (GROTTA S CRISTINA) FINALMENTE UN PROGETTO !!!!

 

 

"FILANDARI" (GROTTA Santa CRISTINA)  FINALMENTE UN PROGETTO !!!! 

  SARA' IL NUOVO BIGLIETTO DA VISITA  DI UN PERCORSO  TRA STORIA, NATURA E ARTE .  

 
 
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO :
 
Finalmente qualcosa si muove ,  bisognava che a FILANDARI arrivasse il commissario prefettizio ( SERGIO RAIMONDI )  figura istituzionale riconosciuta in tutta la regione  per la sua operatività nel sociale e  nella cura del territorio . 
L'iniziativa da parte del commissario prefettizio di convocare le associazioni ( poche purtroppo )  e incoraggiarle a proporre nuovi progetti per risvegliare la comunità  Filandarese  ormai da tempo assonnata , vittima di cattiva gestione  degli anni passati che  ha fatto piombare tutto il territorio in una sorta di medioevo moderno . 
 

RIUNIONE ENTUSIASMANTE E PROPOSITIVA : 

 
 
le associazioni presenti con tutti i  direttivi sin da subito hanno portato al cospetto del Commissario , tutti le principali problematiche presenti nel territorio,  ma allo stesso tempo hanno proposto moltissimi progetti  realizzabili nel breve periodo . 
Durante la discussione  è risaltato come obbiettivo principale  l'importante patrimonio storico naturalistico e culturale che il territorio di Filandari possiede  .
La grotta di S Cristina, i portali dei vecchi palazzi signorilile grotte rupestri della Grande pietra, i Mulini di Scaliti, i resti degli antichi monasteri, Il laghetto di Paolina e le bellissime chiese sparse per tutto il comune e molto altro ancora ....
 
Preso atto che   la maggior parte dei siti necessita di manutenzione ordinaria e straordinaria  e che purtroppo il comune non dispone dei fondi per il recupero , si pensa alla creazione di un progetto  attraverso l'inserimento di un percorso Storico naturalistico  da sottoporre agli organi competenti Regionali e trovare una forma di finanziamento mirato al recupero e di promozione turistica . 
 
Comunque l'impegno nell'immediato e di risistemare e portare in sicurezza  celermente e rendere subito visitabile almeno    La grotta  di Santa Cristina   e di farne  il simbolo della rinascita della comunità ,  
Attraverso  l'utilizzo degli operai forestali  e della buona volontà dei promotori del progetto e con il   patrocinio del comune  il sito a breve dovrebbe essere pronto a ricevere  i primi visitatori . 
 
In attesa di sviluppi , tra quindici giorni  il commissario RAIMONDI  presiederà presso il comune un'altra riunione  con le associazioni; attendiamo buone notizie  e novità importanti
 
L'EDITORIALE 14/02/2017 
 
                                                                                                        ARTUSA FRANCESCO .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
 
L' APP "Filandari"
 
“Filandari”, la prima applicazione informativa per rimanere sempre connesso con il tuo territorio e per dare visibilità a questo piccolo angolo di Calabria. Grazie ad una piacevole e comoda navigazione, con un semplice click, avrai notizie, eventi e servizi relativi a Filandari ed alle sue frazioni. La sezione “ Nei Dintorni” è dedicata alle zone di interesse turistico poco distanti, ed in particolare: Vibo Valentia, Tropea, Capo Vaticano, Pizzo, Briatico, Zambrone, Nicotera, Soriano, Serra San Bruno, Parghelia, Mileto, Zungri .
Non manca una ricca galleria fotografica e una webcam connessa 24h sulla piazza.
Se vuoi contribuire a migliorare l'applicazione non esitare a segnalarci aggiunte o correzioni inviando una mail a : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 
 
 
 
 

 

VECCHIO FOTO ALBUM

 Rovistando nel server del vecchio sito recupero una sezione quasi dimenticata. Una foto tira l’altra, basta poco a far riaffiorare vecchi ricordi . . . mi è venuta voglia di condividere con voi questo “vecchio” album con foto di un recente passato dolci e amare allo stesso tempo.

Dolci perché dolce è rivedere il passato, rivedere i luoghi dove hai vissuto le tue più grandi emozioni, rivivere i momenti di vita comunitaria in allegria, ammirare le persone care che non ci sono più.

Amare perché il confronto con il presente è inevitabile; le persone care che hanno segnato la nostra vita sono nel nostro cuore ma non torneranno più fra noi. . . e forse neanche quei momenti di spensieratezza.

 


Condividi

SISTEMA ANTIFURTO AWACS PLATINUM

Centrale d'allarme radio supervisonata bifrequenza per le piccole utenze.

Centrale d’allarme radio dotata di un ricevitore a doppia frequenza di nuova progettazione per la massima sicurezza di comunicazione con i dispositivi satellite. Progettata per impianti di piccole dimensioni che non richiedono un’elevata complessità di gestione. Può operare in modalità supervisionata. Dispone di: 2 zone filari e 14 radio, gestisce fino a 8 radiocomandi. Due settori per la gestione personalizzata dell’impianto. Programmazione molto semplice delle varie modalità operative e funzioni tramite menù e sottomenù guidati e intuitivi. Autoapprendimento dei sensori radio e radiocomandi. Impostazione per ogni zona radio della modalità di allarme: “percorso”, “and”, “campanello”. Memorizzazione degli eventi, anche dei sensori momentaneamente esclusi. Visualizzazione rapida delle anomalie. Rilevamento e memorizzazione per ogni sensore dell’ampiezza del segnale radio. Rilevamento e segnalazione di banda radio oscurata per ogni frequenza. Vari livelli di ripristino dei dati di default. Inserimento totale o parziale da tastiera o radiocomando. I sensori memorizzati possono essere liberamente associati ai due settori anche contemporaneamente. Gestisce segnali di antiaggressione o telesoccorso dal radiocomando. Uscite elettriche dei principali stati della centrale. La memoria registra fino a 256 eventi in ordine cronologico identificando: radiocomandi, sensori, stati, orario e modalità d’inserimento / disinserimento totale o parziale. La massima distanza di ricezione dei segnali radio è di 300 m circa in area libera (all’interno degli edifici le massime distanze dipendono dalla consistenza dei muri e dei solai nonché dalla configurazione ambientale).

 

SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA PROFESSIONALI

Webcam Cattedrale - Mileto

WEBCAM HD 2

Login