Previous ◁ | ▷ Next

sindaco

Filandari, dimissioni irrevocabili del sindaco Pizzuto

 

 A pesare sulla sua decisione le spaccature nella maggioranza relative al programmato avvicendamento in Giunta

 

Il sindaco di Filandari, Vincenzo Pizzuto, ha gettato la spugna. Poco prima dell’inizio dei lavori dell’ultimo consiglio comunale ha annunciato di aver rassegnato le dimissioni per “ragioni prettamente personali”. Queste le motivazioni ufficiali. La realtà sarebbe di tutt’altro segno. A pesare sulla decisione dell’ex primo cittadino, che comunque ha venti giorni per ripensarci, sarebbero state le divisioni profonde nella maggioranza.

Spaccature non più sanabili e che traggono origine dalla prevista rotazione delle cariche. Infatti, il vicesindaco Franco Fusca avrebbe dovuto passare il testimone ad un altro collega. Ed è qui che si sono verificati i primi screzi in quanto la scelta del primo cittadino è caduta su Corso, accusato da buona parte del resto del gruppo di essersi distinto in questi anni per assenteismo e disinteresse nei confronti dell’attività amministrativa.

La prima avvisaglia dei malumori interni allo schieramento si erano già avuti con le dimissioni da consigliere di Gianluca Restuccia che aveva apertamente accusato Pizzuto di “pensare troppo al capoluogo e di trascurare le frazioni”.

 

Fonte: Il Vibonese.it  del 02 Maggio 2016  12:04

 

 


 

 

Filandari, in arrivo il commissario prefettizio

 

È atteso per domani l'insediamento del commissario la cui nomina spetta al prefetto Carmelo Casabona e che dovrà guidare il Comune di Filandari almeno per un anno. Vincenzo Pizzuto, infatti, ha confermato le dimissioni da sindaco presentare venti giorni fa, per effetto delle quali è decaduto l' intero consiglio comunale che a due anni dalla elezione torna a casa.

Ma cosa ha indotto l'ormai primo cittadino a gettare anzitempo la spugna? Il diretto interessato ha addotto "motivi strettamente personali". Ma in realtà l' uscita di scena di Pizzuto va ricondotta allo strappo che da tre mesi di era consumato con alcuni componenti della sua stessa maggioranza.

Uno strappo che era scaturito dalla proposta (avanzata da quattro consiglieri del suo gruppo) per la costituzione di una nuova frazione nella zona case sparse, a ridosso della strada provinciale 17. Proposta saltata perché per ben due volte Pizzuto aveva disertato la seduta del civico consesso.

 

Fonte: Il Vibonese.it  del 23 Maggio 2016  13:30

 

 


 

 

 

 

 

 

Condividi

SISTEMA ANTIFURTO AWACS PLATINUM

Centrale d'allarme radio supervisonata bifrequenza per le piccole utenze.

Centrale d’allarme radio dotata di un ricevitore a doppia frequenza di nuova progettazione per la massima sicurezza di comunicazione con i dispositivi satellite. Progettata per impianti di piccole dimensioni che non richiedono un’elevata complessità di gestione. Può operare in modalità supervisionata. Dispone di: 2 zone filari e 14 radio, gestisce fino a 8 radiocomandi. Due settori per la gestione personalizzata dell’impianto. Programmazione molto semplice delle varie modalità operative e funzioni tramite menù e sottomenù guidati e intuitivi. Autoapprendimento dei sensori radio e radiocomandi. Impostazione per ogni zona radio della modalità di allarme: “percorso”, “and”, “campanello”. Memorizzazione degli eventi, anche dei sensori momentaneamente esclusi. Visualizzazione rapida delle anomalie. Rilevamento e memorizzazione per ogni sensore dell’ampiezza del segnale radio. Rilevamento e segnalazione di banda radio oscurata per ogni frequenza. Vari livelli di ripristino dei dati di default. Inserimento totale o parziale da tastiera o radiocomando. I sensori memorizzati possono essere liberamente associati ai due settori anche contemporaneamente. Gestisce segnali di antiaggressione o telesoccorso dal radiocomando. Uscite elettriche dei principali stati della centrale. La memoria registra fino a 256 eventi in ordine cronologico identificando: radiocomandi, sensori, stati, orario e modalità d’inserimento / disinserimento totale o parziale. La massima distanza di ricezione dei segnali radio è di 300 m circa in area libera (all’interno degli edifici le massime distanze dipendono dalla consistenza dei muri e dei solai nonché dalla configurazione ambientale).

 

SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA PROFESSIONALI